Tag: accumuli adiposi

Maria: una nuova silhouette a 57 anni!

Maria, cliente del Golden Beauty, è una donna in gamba che tiene alla sua forma fisica. Conosceva già il mio metodo ma non ne aveva mai sentito davvero il bisogno, fino al giorno in cui la sua “pancia” ha iniziato a non piacerle più e a farla sentire a disagio.
Giorno dopo giorno, e occhiatacce dopo occhiatacce allo specchio, Maria decide di farsi un regalo speciale, e di provare a lavorare su se stessa, per regalarsi una nuova silhouette.
Sapeva bene che non sarebbe stato facile non potendo fare attività fisica, ma aveva molta fiducia nella sua forza di volontà e nel nostro metodo.

I risultati sono stati subito ottimi e questo è quello che mi ha scritto via WhatsApp.

PS
Anche suo marito è molto felice della nuova silhouette di Maria.

Orsola:
Ciao cara, volevo chiederti un parere su questo percorso di dimagrimento e rimodellamento fatto insieme: quanto hai perso e come sei adesso, senza attività fisica e senza sforzo?
Grazie,
Orsola. 

Maria:
Il percorso di dimagrimento, che nel mio caso è stato di ben 9 kg, è stato un vero successo. Prima di tutto la parola d’ordine è: attenersi alle regole. Quindi ho lavorato prima su me stessa cercando di focalizzare l’attenzione su ciò che veramente volevo e poi dopo si è trattato solo di fare la brava scolara. Insomma, le regole vanno rispettate e i risultati sono SICURI. Nonostante la menopausa, l’ipotiroidismo e i miei 57 anni, il protocollo di dimagrimento che ho seguito risulta VALIDISSIMO. Inoltre, devo dire che la dieta è caratterizzata da una serie di alimenti gradevolissimi. Io ad es. non riesco più a fare a meno delle bevande al cioccolato la mattina perché mi danno una carica di energia incredibile e poi devo dire che sono buonissime. Dopo il mio percorso non potendo fare alcuna attività fisica mi ritrovo con un’ottima tonicità dei tessuti ed un aspetto “sano” merito del fatto che il percorso di dimagrimento prevede l’assunzione di liquidi (tisane ) che evitano l’effetto “avvizzimento dei tessuti.

Orsola:
E le macchine ti hanno aiutata a localizzare il dimagrimento ed evitare il cedimento lavorando sul metabolismo, come con l’Infrabaldan, vero?

Maria:
Le macchine sono uno strumento indispensabile direi per tutto il programma senza di loro non ottieni un risultato come il mio. L’infrabaldan ti aiuta tantissimo perché ha un doppio effetto : attivare il metabolismo e lavorare sulla muscolatura. Devo dire che l’infrabaldan ha contribuito tantissimo all’eliminazione della mia “pancia appuntita”.

Orsola:
Grazie Maria, è proprio un piacere vederti così felice nel tuo nuovo corpo, e devo dire che ringrazia anche tuo marito, vero?

Maria:
Sì, è lui che, per i risultati raggiunti quest’anno, ha voluto fortemente che io rinnovassi la mia card annuale. Lui che mi ha detto: “Sei pazza… dopo questi risultati, al centro hanno lavorato proprio bene!”
Grazie a tutte voi 🥰🥰🥰🥰🥰

Il digiuno intermittente per attivare la chetosi

Siamo ad un passo dalle vacanze e molte mi chiedono un aiuto o dei consigli per evitare di perdere i risultati raggiunti con il percorso In Linea Donna.

  • Come posso mantenere il peso raggiunto concedendomi qualche sgarro?
  • Cosa posso fare se vado in vacanza in hotel e sono costretta a mangiare quello che propongono?
  • La vacanza é vacanza e qualcosa di dolce, gelati, gli aperitivi dovrò pur farli.

Ecco un rimedio da utilizzare in caso di “emergenza” che se preso come abitudine potrebbe cambiare definitivamente in meglio il tuo stato di salute e permetterti di perdere ancora un po’ di peso.

È una bacchetta magica?
Quasi 

Sto parlando del digiuno intermittente o semi digiuno.
“Ma come Orsola, non eri la fautrice del “non saltare i pasti”?

Si ma dipende dai pasti.
Purtroppo stiamo parlando di un periodo in cui i pasti non sono quelli sani o salutari che si dovrebbero fare, stiamo parlando di sgarri, gelati, aperitivi, cene con gli amici in cui la parola “sano” non è contemplata e allora come si dice:

a mali estremi estremi rimedi.

E poi mi avete chiesto o no un rimedio per evitare di ingrassare e tornare dalle ferie più in forma di prima?
Ecco a voi allora il rimedio.

Partiamo dal definire cosa sia il Digiuno intermittente o semi digiuno.
Il digiuno intermittente è un metodo naturale di alimentarsi che è stato praticato per migliaia di anni in tutti gli angoli del pianeta.

Oggi la scienza conferma l’efficacia del digiuno:
basta non mangiare per 16 ore per innescare dei processi benefici in tutto il corpo, dal cervello, al cuore.
Gli studiosi parlano di un aumento del 40% circa della longevità.

Il digiuno intermittente 16/8

Questo tipo di digiuno consiste nel concentrare l’assunzione di cibo in una fascia oraria di 8 ore e digiunare per le restanti 16 ore.

Ecco alcuni esempi pratici di digiuno intermittente 16/8:

  • Mangiare nella fascia oraria 7-15.
    Si fa colazione, pranzo, magari merenda, e poi si salta la cena.
    Il giorno dopo si fa colazione e sono passate 16 ore in cui si è digiunato, quindi è abbastanza semplice: praticamente basta saltare un pasto.
  • Mangiare nella fascia oraria 13-21.
    Molte persone preferiscono saltare la colazione e fare pranzo e cena, magari anche perché gli risulta più comodo per le loro abitudini lavorative. Io ho riscontrato fare davvero poca fatica, nessuna a dire il vero, a saltare la colazione soprattutto se la cena è stata più corposa.

Puoi scegliere e personalizzare la fascia oraria di assunzione del cibo che preferisci in base alle tue esigenze, abitudini e stile di vita.
L’importante è che il digiuno sia di almeno 16 ore.

Durante il digiuno è concesso di bere acqua, preferibilmente calda.
Alcuni assumono anche caffè e tisane (ovviamente senza zucchero) durante il digiuno, ma è preferibile assumere solo acqua.

Perché digiunare almeno 16 ore?
La motivazione è di tipo scientifico.

Sono necessarie almeno 16 ore per finire le scorte di glucosio e per far passare il metabolismo da brucia-zuccheri a brucia-grassi, ovvero il nostro organismo entra in uno stato chiamato di chetosi.

Generalmente, quando il corpo viene nutrito, è impegnato a digerire e assorbire il cibo che ha mangiato.
Questo processo di solito dura 3-4 ore, e durante questo periodo è molto difficile per il corpo bruciare grassi poiché i livelli di insulina sono particolarmente alti.
Quando la digestione è finita, il corpo entra in una fase chiamata stato post-assorbimento, il che significa che non sta digerendo e processando alcun cibo.
Durante lo stato di post-assorbimento, si assiste ad una diminuzione della secrezione di insulina e aumento dell’ormone glucagone.
Il corpo generalmente fa affidamento sull’energia immagazzinata nello stato precedente, principalmente dal glicogeno epatico (carboidrati immagazzinati nel fegato).

Se si continua a digiunare per circa 16 ore dall’ultimo pasto (ovvero circa 12 ore dopo la fine dalla digestione) il corpo entra nello stato di chetosi.
Questo accade quando la fornitura di glucosio dal glicogeno immagazzinato inizia a diminuire e l’ossidazione degli acidi grassi fornisce molta più energia rispetto ai carboidrati immagazzinati.
L’aumento dell’ossidazione degli acidi grassi, o meglio i corpi chetonici, è uno dei motivi principali per cui le persone effettuano il digiuno intermittente.

Ma quali sono i benefici del digiuno intermittente.

Nello stato di chetosi accadono dei veri miracoli terapeutici:
• Consumo delle riserve di grasso
• Eliminazione delle tossine (accumulate nel tessuto adiposo)
• Attivazione dell’autofagia
• Rigenerazione cellulare
• Riduzione dell’infiammazione cronica
• Diminuzione del colesterolo
• Miglioramento della sensibilità all’insulina
• Protezione contro malattie neurodegenerative come Alzheimer e Parkinson
• Miglioramento della memoria e delle funzioni cognitive
• Contrasta la progressione del cancro
• Riduzione del rischio di cancro
• Potenzia il sistema immunitario proteggendo il corpo da virus, influenza, intossicazioni, funghi, batteri
• Riduzione del 58% del rischio di sviluppare patologie cardiache
• Riduzione del 50% del rischio di sviluppare il diabete

Ovviamente il semi digiuno può essere praticato solo in condizioni di salute ottimali, in caso contrario bisogna consultare il proprio medico di fiducia.

Immagino di aver sconvolto le tue credenze, ma ti dirò la verità: quando ho iniziato a sentirne parlare aveva sconvolto anche me, solo che poi, come sempre, l’ho sperimento su di me per verificarne l’efficacia e guarda un po’,
in un mese sono riuscita a perdere quei 4 kg che non andavano via!
Ora mi sento rinata, oltre a potermi godere una cena con maggiore serenità.

Per cui quando ti concedi qualche stravizio fai seguire 1/2 gg di digiuno intermittente e vedrai che non succederà nulla al tuo peso anzi se riuscirai a farla diventare un’abitudine, potresti anche perdere qualche altro kg, parola mia.

Alla prossima, 
Orsola

La fonte miracolosa di salute e bellezza

C’è una sostanza naturale al 100% che, se assunta con regolarità e nelle giuste quantità, diventa determinante per la nostra forma fisica e per bruciare i grassi.

Questa sostanza dagli effetti miracolosi è l’acqua!

Magari ti aspettavi una pillola magica o un nuovo e strano alimento esotico, ma sono sicura che l’idratazione possa davvero fare la differenza per la nostra salute e per l’aspetto estetico.

Il nostro organismo è formato principalmente d’acqua, e questo lo avrai sentito dire mille volte. Nei neonati, l’acqua rappresenta circa il 75% del peso corporeo fino a ridursi a circa il 60% in età adulta.
Dall’adolecenza in poi, si fa forte la differenza tra uomo e donna. Nel nostro corpo femminile infatti,l’acqua è leggermente meno che negli uomini, a causa di una maggiore percentuale di tessuto adiposo (il grasso è povero d’acqua).

L’importanza dell’acqua per dimagrire.

Lo sentiamo dire ogni giorno, l’acqua è importante, bisogna berne molta.
L’acqua è indispensabile per evitare la disidratazione, mantenere la temperatura corporea, facilitare la digestione, far assorbire i nutrienti e eliminare le scorie del metabolismo.
Alcune ricerche inoltre, hanno dimostrato che bere mezzo litro d’acqua prima dei pasti aiuti ad aumentare il senso di sazietà e quindi ingerire meno calorie. Vedi che è miracolosa?

Inoltre, anche se potrà sembrarti un controsenso, bere molta acqua aiuta a ridurre la ritenzione idrica (quella che chiamiamo cellulite). In pratica funziona così: il nostro corpo necessita di una determinata quantità d’acqua, se non gliela forniamo bevendo, trattiene i liquidi già presenti all’interno, aumentando quindi la ritenzione e gli inestetismi ad essa correlati (cellulite, gambe gonfie, problemi di circolazione, ecc.).

Insomma, bere fa bene e bere almeno 2 litri d’acqua al giorno porta a benefici davvero stupefacenti:

Fa perdere peso:
il consumo di acqua aumenta il senso si sazietà, perché riduce lo stimolo della fame. Inoltre, un corpo poco idratato, tende a metabolizzare i grassi, quindi, se desideri restare in forma e non prendere peso, è il caso di mantenere l’organismo ben idratato!

Migliora la pelle:
raggiungendo la giusta idratazione, la pelle avrà un aspetto migliore, grazie anche al fatto che l’acqua elimina tossine e batteri. Ne gioverà il corpo ma anche e soprattutto il viso.

Aiuta il metabolismo:
bruciare più calorie è il sogno di tutte noi, lavoriamo costantemente per tenerlo attivo. Se riusciamo a bere mezzo litro di acqua in circa 40 minuti, l’organismo brucerà calorie fino al 30% in più rispetto alle sue abitudini normali.

Permette di allenarsi in maniera più efficace:
infatti l’acqua aiuta i muscoli a lavorare meglio. Non dimenticare mai di bere acqua prima d’iniziare la tua seduta di allenamento e se non ti alleni? Bevi lo stesso

Depura il corpo:
come già accennato parlando della pelle, bere purifica il corpo, aiutando i materiali di scarto e le tossine ad andarsene prima. Infatti, bere la giusta quantità di acqua, permette di ridurre fastidiosi problemi come la stitichezza e infezioni come la cistite

Aumenta la quantità di energia in circolo:
visto che il corpo funziona meglio e al massimo delle sue possibilità, quando ha la giusta idratazione, si sente meno la sensazione di stanchezza. Secondo alcuni studi, consumare la giusta quantità di acqua può avere maggiori effetti benefici nel
farcisentire in forma rispetto a una tazzina di caffè.

Elimina il mal di testa:
questo fastidio di cui molti soffrono, a volte è legato alla disidratazione, quindi bere la giusta quantità di acqua può migliorare la situazione. Bere acqua è utile anche per prevenire i mal di testa da affaticamento.

Permette di essere più concentrati:
se stai facendo un lavoro che richiede la massima concentrazione, non dimenticare di bere acqua di tanto in tanto, perché anche il cervello necessita di essere idratato nella maniera più adatta.

Insomma: non dimenticate mai di bere i tuoi 8/10 bicchieri di acqua quotidiani!
Cin cin!

A presto,
Orsola

Gli 8 Segreti per mangiar sano e rimanere in forma

“Alimentazione sana e stile di vita moderno non sono sempre facili da mettere d’accordo. Questi 8 consigli possono aiutarti in modo semplice e anche buono.”

Tutti vogliamo il meglio per la nostra salute. E ovviamente questo significa un’educazione ad una sana e corretta alimentazione. Ci sono molte ricerche scientifiche in questo ambito utili a fare chiarezza su quali alimenti siano realmente sano e quali invece derivano da falsi miti ed errate credenze.

Dal mio punto di vista, mangiare sano è l’unico modo per rimanere davvero in forma e rendere efficaci tutte le altre azioni come fitness e trattamenti estetici.

Quindi questo articolo può tornarti utile in ogni momento, come promemoria… fossi in te, lo stamperei e attaccherei al frigo di casa. 😉

1. Il fruttivendolo di fiducia.

trovare un fruttivendolo (come l’ho trovato io) che davanti a te pulisca le verdure e te le consegni fresche e pulite (magari già tagliate) è un “trucchetto” fondamentale perché ci permette di risparmiare tempo e di avere già pronte, solo da bollire le verdure di cui abbiamo bisogno.

2. Avere sempre il frigo pieno.

Avere sempre ortaggi già puliti in frigo pronti per gli spuntini e gli attacchi di fame. Carote, sedano e finocchi, ben puliti e lavati pronti per essere sgranocchiati in caso di attacchi di fame. Hanno 2 vantaggi: sono ricchi di acqua, hanno bisogno di essere masticati a lungo e quindi mandano impulso al cervello che si sta masticando e inducono prima alla sazietà e hanno un sapore dolce capace di ingannare (almeno in parte) la voglia di zuccheri.

3. Lo snack proteico

Magari si passa molto tempo fuori casa, allora, in sostituzione del “frigo sempre pieno di ortaggi” è una buona abitudine avere sempre a disposizione qualche snack proteico di proprio gusto, dolce o salato che sia, che abbia un indice glicemico basso e un apporto maggiore di proteine rispetto ai carboidrati. Sono da evitare ovviamente gli snack da supermercatoche riportano la scritta “light”, sono solo zuccheri e conservanti travestiti.

4. Compra tanta frutta secca

Compra della frutta secca già sgusciata e porzionala in bustine da 40 gr cosi da distribuirla durante l’arco della giornata come snack, preferibilmente a metà mattina e metà pomeriggio.

5. Fai a fette gli affettati.

Compra solo affettato di altissima qualità e senza glutine e lattosio. In pratica compra solo del prosciutto crudo senza nitriti e nitrati, della bresaola, poco prosciutto cotto sempre senza glutine e lattosio, ma non mangiarli per più di 1 volta a settimana.

6. Acquista l’acqua in bottiglie da 500 ml.

Porta con te delle bottigliette d’acqua da 500 ml in modo da bere spesso e almeno 2 litri durante il giorno. La bottiglietta piccola è più comoda e ti aiuterà nel calcolo dei litri bevuti. 4 bottigliette = 2 litri. Distribuiscile così: la prima appena ti svegli, la seconda in mattinata, la terza nel pomeriggio e la quarta durante la serata o prima di andare a dormire. Cin cin!

7. Tisane sempre a disposizione.

Assicurati di avere sempre a disposizione qualche bella tisana a seconda delle tue esigenze. Che siano in foglie d’erboristeria e non in bustine da supermercato o al massimo dei decotti già pronti da diluire semplicemente in acqua, con effetti benefici di diverso tipo a seconda della combinazione delle piante che contengono.

8. Dedica del tempo a te stessa.

AMATI di più, pensa anche a te stessa, ritagliati del tempo e perché no un pò di soldi per la cura della tua persona. Sono fermamente convinta che apprezziamo solo quello che riusciamo ad ottenere con un po’ di sacrificio e siamo sempre disposte a pagare qualcosa per ottenere quello che desideriamo e se paghiamo per curare il nostro corpo di conseguenza questo diventerà prezioso per noi.

Spero che questi semplici ma utili consigli possano aiutare anche te, come hanno fatto con me e con le tante donne che si affidano a me, a rimanere in forma giorno dopo giorno.

Un abbraccio,
Orsola.

Il Trattamento a cui nessuna Donna dovrebbe rinunciare!

“Basta fare attività fisica e mangiare bene per avere un corpo sano, magro e tonico!”.

Questo è quello che spesso affermano alcune donne sui social o negli spogliatoi delle palestre ma che ovviamente non riguarda noi, che sappiamo bene ormai che l’attività fisica e una corretta alimentazione sono solo la base di partenza. Ma non basta!

Ma perché non basta?

L’organismo femminile ha tante caratteristiche splendide e molte capacità che l’uomo non ha.

Esatto, sto parlando della possibilità di procreare.

Proprio nella complessità del nostro corpo, tutto viene svolto in funzione di questa nostra peculiarità.

Come la capacità di accumulare acqua nel distretto del bacino, in visione dell’accoglienza del feto e di svuotarlo quando questo fenomeno non avviene.

Lo sapevi?

Questo continuo scambio avviene tutti i mesi, per cui ogni giorno, i nostri vasi sono sottoposti a questa ginnastica. 

Purtroppo però lo stile di vita che svolgiamo, dal lavoro sedentario alla qualità sempre più scarsa di cibo e acqua, al tipo di abbigliamento che costringe i nostri tessuti, ad una vita sempre al chiuso, portano degli squilibri a questo ciclo mensile causando degli accumuli maggiori rispetto agli scarichi.

Tutto questo appesantisce, giorno dopo giorno, la nostra rete di vasi, andando a depositare un quantitativo sempre maggiore di acqua nelle zone che circondano l’utero, dall’addome ai fianchi e ovviamente, al giro coscia.

Nel 90% dei casi queste sono le zone dove maggiormente accumuliamo ritenzione idrica e poi, successivamente, anche grasso.

Questo almeno durante l’età fertile; quando poi subentra la menopausa gli accumuli riguardano maggiormente la parte superiore del corpo, come addome, schiena e braccia proprio perché terminato il ciclo fertile, gli estrogeni diminuiscono drasticamente e l’inestetismo si trasforma diventando di tipo ormonale.

Ecco perché oggi più che mai abbiamo la necessità di dare un supporto ed un aiuto al nostro corpo con dei trattamenti e delle tecnologie studiate proprio per migliorare l’elasticità dei tessuti, potenziare la capacità di scarico dei nostri vasi e aiutare il drenaggio dei liquidi soprattutto a livello linfatico. 

In alcuni casi (più facili) potrebbe bastare un buon linfodrenaggio ma grazie all’evolversi delle tecnologie oggi ci sono degli strumenti che ci permettono di lavorare più in profondità e di effettuare una vera e propria ginnastica sui tralci connettivali, permettendo di mantenere alta la produzione di collagene e di aumentare la capacità di scarico della nostra linfa, così da evitare l’accumulo, giorno dopo giorno, dei depositi di acqua e scorie.

Una di queste tecnologie è Icoone, brevettata a livello mondiale proprio per fare questo.

Icoone è una tecnologia straordinaria che richiede almeno 1 seduta al mese per mantenere il nostro ciclo mensile attivo ma che regala dei risultati in termini di salute ed estetici sorprendenti.

Ti consiglio di provarla nel tuo centro di fiducia o da me, dove sarò felice di farti fare una seduta di prova.

Ci vediamo in Istituto,
Orsola.